A Sogliano l’anteprima della decima edizione dello Sponz Fest diretto da Vinicio Capossela




Dopo l’edizione 2021 a La Pietra di Bismantova (RE) l’Anteprima Sponz Fest approda in Romagna. Venerdì 8 e Sabato 9 luglio è in programma a Sogliano al Rubicone, il festival ideato e diretto da Vinicio Capossela.

Lo Sponz Fest è una manifestazione programmata come ogni estate in Alta Irpinia, che da sempre ha scelto di mettere al centro la concezione del vuoto come risorsa. Il vuoto delle terre e dei paesi possibile laboratorio di un altro mondo possibile.

Il punto focale della edizione 2022 dello Sponz Fest sarà la terra, la coltura e cultura della terra, che attinge musicalmente al patrimonio folclorico e riporta al centro del discorso la periferia dei paesi, e la sostenibilità.

L’Italia è un paese di paesi emersi dal mare della coltura della terra. Agricoltura intensiva, consumo del territorio, cambiamenti climatici e spopolamento dei paesi stanno cambiando profondamente il paesaggio naturale e umano del mondo in cui viviamo.

Con l’anteprima Sponz si anticipa quindi la decima edizione del Festival il cui titolo è “Coultura”. Per una diversa coltura/cultura della terra.

“Da dieci anni sponziamo nelle terre interne di alta Irpinia e dintorni. Dallo scorso anno abbiamo iniziato a sponzare anche in altre zone interne. Nel 2021 sotto alla Pietra di Bismantova (Castelnovo ne’ Monti – RE) e quest’anno ai piedi della dorsale tosco romagnola dove varcheremo il Rubicone in Sogliano, paese che con affettuosa e circostanziata partecipazione ha accolto lo spirito sponzante nei tenimenti del suo comune.

Uso il verbo, più che il sostantivo, perché Sponz Fest, (che pure nasce come esperienza non scindibile dal territorio originario), più che un festival è uno spirito, un modo di esperire forme di comunità mobile. Il verbo sponzare viene dall’azione della spugna che, una volta inzuppata, ammorbidisce e rigenera. Così è il corpo di gruppo che da sponzato perde rigidità, forma e spigoli, e assorbendo dilata ed accoglie e rimette in circolo. Questo spirito cerchiamo di sollecitarlo a mezzo della musica, ma anche del cibo, del bere, del ballo e soprattutto dell’incontro in intersezione con il paesaggio naturale e di natura umana.

L’incontro è sempre la perla, il frutto della conoscenza. Di anno in anno cerchiamo di direzionare l’arte dell’incontro in qualche direzione tematica. Per questo 2022 ci siamo posti il tema del coltivare, nella doppia accezione di cultura e di coltura. Da cui la O che si incontra con la U, come ha declinato graficamente da par suo Jacopo Leone, diventando una specie di pittogramma cornuto che è il simbolo dell’edizione. Una edizione mobile che toccherà successivamente anche Irpinia e Basilicata.

Ragionare su cultura e coltura è ragionare su di cosa siamo fatti, su cosa mangiamo e su cosa coltiviamo. Sul rapporto con la terra, con le risorse della terra e anche con le nostre. Su cosa consumiamo e su cosa lasciamo. Su cosa coltiviamo e cosa corrompiamo.

L’otto e nove luglio a Sogliano incontriamo un poco di esperienze sul territorio, e un po’di radice popolare, la musica da ballo, la poesia dialettale, incontriamo chi su questi temi studia e chi esperisce. E poi la musica, il concerto Rolling Sponz è una specie di circo mobile che porta sul palco un po’ degli elementi che da anni hanno costituito l’anima dello Sponz: Peppe Leone, Giovannangelo De Gennaro, Victor Herrero, la banda. Ospiti dalle terre selvatiche di Irpinia i Friestk, giovane band che da qualche anno rizolla il terreno, a partire da vecchi maestri come Matteo Salvatore fino al linguaggio rinnovato delle loro composizioni. E poi eroi e amici del genius loci come il Grande John de Leo e il viaggiatore di frontiera Don Antonio Gramentieri.

Nello spirito del Fest, che non si è mai risolto in un palco solo, il comune ha messo a disposizione luoghi diversi, a diversi orari, coprendo l’intero arco del giorno e della notte. Luoghi anche insoliti e laboriosi da restituire all’uso. Un ponte tra le esperienze di Romagna e di Irpinia ci verrà dall’occhio indiscreto del fotografo riminese Chico De Luigi che è stato agitatore e anima di un paio di edizioni e che porterà a Sogliano un poco delle sue “Facce da Sponz”.

Dunque grazie e anzi Grazia a tutti. Ci vediamo a Sogliano.”

Vinicio Capossela

ANTEPRIMA A SOGLIANO

Saranno due le giornate a Sogliano e saranno animate da conversazioni, escursioni, concerti e letture.


Venerdì 8 luglio nel cuore del paese valle del Rubicone dalle 19 fino a notte inoltrata con poesia dialettale, musica, canti e balli popolari romagnoli, mentre sabato 9 luglio dalla mattina protagonisti dell’evento saranno le produzioni agricole del territorio con un mercato del biologico. Tra i banchi del mercato le degustazioni dei prodotti biologici e tipici, frutta e verdura appena raccolte, vino e olio formaggi freschi e stagionati, le farine dei grani antichi, birre. Una giornata che sarà attraversata da conversazioni legate all’importanza del biologico nel territorio. Anche a Sogliano si metterà in evidenza il rapporto “colturale” con la terra. Dai differenti modi di coltivazione, di produzione e di mercato all’orto sinergico, alla permacoltura. Temi che saranno al centro del dibattito per sottolineare come il modo in cui coltiviamo e consumiamo può dirci molto della nostra idea del mondo. Una differente agri-Coltura può essere risorsa primaria delle terre dell’interno.

La giornata di sabato si chiuderà con il Rolling Sponz Review, concerto di Vinicio Capossela accompagnato da ospiti, il tutto si svolgerà nei pressi della Chiesa di Pietra dell’Uso, luogo amato da Tonino Guerra e richiamato in diverse poesie, oggi oggetto di una riqualificazione da parte del Comune.

Nel programma sono previsti trekking ed escursioni tra i sentieri boschivi attorno al paese.


L’Anteprima Sponz Festival a Sogliano, con la direzione artistica di Vinicio Capossela, è organizzata con il contributo del Comune di Sogliano, a cura di Sillaba Coop., mentre la decima edizione di Sponz Fest è un evento prodotto dall’Associazione Sponziamoci, La Cupa e International Music and Arts.


Per il concerto del 9 luglio: https://www.liveticket.it/caposselasogliano