ATTI UNICI - I SUONI DELLE DOLOMITI

La registrazione è stata chiusa

11 giu 2019, 18:00
Val di Sella a Malga Costa (TN)

Anteprima del Festival musicale con un concerto per sostenere la rinascita del

paesaggio e dei percorsi artistici feriti dall’eccezionale evento della tempesta Vaia.

A Malga Costa si esibiranno I Solisti Aquilani insieme a Mario Brunello e due ospiti

d'eccezione, Vinicio Capossela e Stefano Nanni

I Suoni delle Dolomiti ed Arte Sella da sempre raccontano un Trentino in cui è possibile

emozionarsi e vivere esperienze irripetibili immersi nell’arte e nella natura.

Nel corso degli anni artisti internazionali hanno saputo dialogare con le montagne e la

natura, attraverso la musica e le installazioni soggette alla trasformazione nel tempo,

donando un volto nuovo e nuove possibilità di stupirsi di fronte ai luoghi che hanno

interpretato.

Il prossimo 11 giugno alle 18 nell’area di Malga Costa in Val di Sella I Suoni delle Dolomiti

propongono una “anteprima del festival”, che nell'estate 2019 celebrerà 25 edizioni, con

un evento speciale denominato Musica per Arte Sella, una testimonianza di vicinanza a

questa eccellenza culturale del Trentino che è stata duramente colpita lo scorso ottobre

dalla tempesta Vaia.

Un concerto organizzato insieme ad Arte Sella, dedicato alla rinascita e alla bellezza, che

vedrà protagonisti I Solisti Aquilani, una delle più prestigiose formazioni cameristiche

internazionali, in dialogo con il violoncello di Mario Brunello e con due ospiti d’eccezione

come Vinicio Capossela e Stefano Nanni. Insieme per un concerto che vuole segnare

un nuovo inizio per un paesaggio ferito da eventi naturali eccezionali

La natura e la bellezza saranno il filo conduttore del programma musicale di questo

appuntamento. I Solisti Aquilani con il primo violino solista Daniele Orlando, simbolo della

rinascita della città dell’Aquila, suoneranno un Concerto tratto dalle celeberrime Quattro

Stagioni di Antonio Vivaldi, un inno ai ritmi atavici della natura, già oggetto di un progetto

discografico attento alle tematiche ambientaliste.

Mario Brunello interpreterà la Pavane pour une infante défunte di Maurice Ravel trascritta

da Stefano Nanni, curatore degli arrangiamenti e chiamato per l’occasione a dirigere

l’orchestra.

Vinicio Capossela presenterà infine una carrellata dal suo repertorio di canzoni con

l’orchestra di archi e con Mario Brunello alcuni sonetti di Michelangelo musicati da

Capossela e dedicati alla bellezza.

-