Vinicio Capossela | Canzoni della Cupa – Bosnia Erzegovina Tour
55189
post-template-default,single,single-post,postid-55189,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,vinicio_cupa01-ver-1.0, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Canzoni della Cupa – Bosnia Erzegovina Tour

In apertura della VI edizione della stagione della cultura italiana in Bosnia Erzegovina, Vinicio Capossela effettuerà una tournée nel Paese, che toccherà Sarajevo il 16 settembre, Banja Luka il 18 settembre, e Mostar il 20 settembre. I concerti, realizzati su invito dell’Ambasciata, si svolgeranno presso i Teatri Nazionali delle tre città.

“Si tratta di una scelta non casuale”, ha detto l’Ambasciatore, Nicola Minasi, “dal momento che Capossela, artista completo, cantautore, poeta e scrittore, ha da sempre una particolare vicinanza nei confronti dei Balcani, e della Bosnia in particolare. Già nel suo primo romanzo, “Non si muore tutte le mattine”, parla anche di Sarajevo all’indomani della guerra, e il suo stile e le sue sonorità folk hanno molti elementi in comune con le tradizioni musicali dell’area balcanica”.

Vinicio Capossela è pertanto l’artista ideale per mostrare la vicinanza tra la tradizione musicale italiana e quella balcanica e sottolineare come anche la musica leggera e popolare delle due aree appartengono allo stesso mondo culturale e immaginario.

Il tour offrirà a Vinicio Capossela l’opportunità di far conoscere i suoi storici successi del passato e di promuovere il suo ultimo album, “Canzoni della Cupa”, registrato in due stagioni differenti a distanza di 10 anni l’una dall’altra, e che costituisce la sintesi dell’attività dell’artista. Al centro dell’album, un racconto del mondo folcloristico, rurale e mitologico dei piccoli paesi dell’interno dell’talia, a partire da quelli della sua Irpinia (Campania), terre di monti e foreste, che ricordano quelle della Bosnia Erzegovina.

Su iniziativa dell’Ambasciata, il ciclo di concerti si svolgerà nelle principali città oltre alla capitale Sarajevo, nella precisa intenzione di allargare la programmazione culturale a tutte le aree del Paese.

Proprio al fine di consentire al pubblico di comprendere appieno il significato e la profondità delle canzoni di Capossela, l’Ambasciata, assieme agli studenti di italiano delle Università di Sarajevo, Mostar e Banja Luka, preparerà un libretto con le traduziono dei testi delle canzoni, per facilitare ancora di più l’interazione con il pubblico.